Per offrire il miglior servizio questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione autorizzi il loro uso

 

Speciale Scuole

L'Oasi del Simeto - Riserva Naturale Orientata, situata alla foce del fiume Simeto, da cui prende nome, nella piana di Catania, sulla costa della Plaia che dà sul mare Ionio, apre le porte a tutte le scuole italiane con l'organizzazione di percorsi didattici che faranno riscoprire la natura con tutte le sue belllezze.

Per saperne di più sull'Oasi del simeto clicca qui!

 

Vivere l'Oasi del Simeto al 100%?

Scarica qui la brochure con le escursioni e i laboratori disponibili all'interno della Riserva Naturale Orientata

 

Scopri i Percorsi

Da Monte Minardo all'oasi del Simeto

Il Sentiero che conduce a Monte Minardo è caratterizzato dalla presenza di un antichissimo Bosco, che prende il nome di Bosco di Centorbi, situato sul versante occidentale dell'Etna.

Si tratta di un querceto sempreverde con dominanza di leccio (Quercus ilex) accompagnato da biancospino (Crataegus monogyna), perastro (Pyrus spp.), rosa canina e terebinto (Pistacia terebinthus). A margine vi crescono anche l'endemico bagolaro dell'Etna (Celtis aetnensis) e la ginestra dell'Etna Genista aetnensis. Il paesaggio è caratterizzato da numerosi crateri avventizi (Monte Minardo (1.304 m), Monte Peloso (1.269 m), Monte Ruvolo (1.410 m), Monti Tre Frati (1.384 m, 1.376 m), Monti Nespole (1.633 m, 1.725 m), anch'essi in genere coperti di bosco. L'accesso escursionistico è dalla Casa Forestale di quota 1.160 metri, raggiungibile dall'abitato di Bronte percorrendo la strada in basolato lavico che conduce alla "Grotta della Neve", una neviera ricavata modificando un frammento di grotta lavica, usata in passato per la produzione di ghiaccio.

 

Escursione: Facile

Durata : Intera giornata

Abbigliamento: in base alla stagione

Appuntamento: ore 9 a Bronte

Escursione Monte Minardo: ore 9,30

Pranzo a sacco: presso l'area attrezzata di Torre Allegra (Oasi del Simeto)

Escursione: Foce del Simeto ore 14,30

Conclusione: ore 16,30

 

 

Da Monte Nero degli Zappini all'ansa originale del Fiume Simeto.

E' stato il primo sentiero natura realizzato in Sicilia (a metà del 1991) e ad oggi rimane uno dei sentieri più frequentati nel territorio del Parco dell'Etna, deve il suo nome al termine dialettale siciliano per indicare i pini.
Il percorso, che non presenta particolari difficoltà, si snoda a partire dal pianoro ad ovest di Monte Vetore, a breve distanza dal Grande Albergo dell'Etna.
Attraversa campi lavici antichi e recenti (1985 - 2001), grotte di scorrimento lavico, hornitos, pietre "cannone" (sarcofago di lava solidificata attorno ad un tronco d'albero), formazioni boschive, imponenti pini di eccezionale bellezza, raggiungendo il Giardino Botanico Nuova Gussonea.
Il sentiero, che si sviluppa interamente all'interno del demanio forestale presenta al suo interno 11 punti di osservazione, ad ognuno dei quali corrispondono particolari peculiarità.

 

Escursione: Facile

Durata: Intera giornata

Abbigliamento: in base alla stagione

Appuntamento: ore 9 a Nicolosi ( dinanzi al palaghiaccio)

Escursione Monte Nero degli Zappini: ore 9,30

Pranzo a sacco: presso l'area attrezzata di Torre Allegra (Oasi del Simeto)

Escursione: Ansa Originale del Simeto: ore 15,00

Conclusione: ore 16,30

 

escursioni oasi del simeto catania

L'escursione mira a toccare vari punti di osservazione, dove si potrà ammirare e apprezzare l'evoluzione del fiume attraverso formazioni geologiche e naturalistiche di pregiato interesse.

Gole di ponte la Cantera - Passo Paglia (Bronte)
In territorio di Bronte, sono d'interesse geo-vulcanologico, naturalistico e paesaggistico sia le forre laviche del Ponte della Cantera, larghe da 10 a 20 metri, che l'imponente parete lavica fino al Ponte Passo Paglia, con bancate che raggiungono spessori di oltre 50 m. Il margine delle pareti laviche su entrambe le sponde, distanti è ricoperto da vegetazione della macchia mediterranea. A poche centinaia di metri dal ponte la Cantera, in contrada Serravalle, esiste un ponte medievale, che attraversa il fiume Troina, affluente del Simeto.

Forre laviche del Simeto di Adrano
Nel tratto che va da c.da Mandrapero a C.da Finaida, in territorio di Adrano, comprendente la quarara di Manganelli, il Ponte dei Saraceni e l'area archeologica del Mendolito, si osservano le forre laviche ed i prismi basaltici originatisi dalle prime effusioni basaltiche subaeree dell'Etna (tra 200.000 e 100.000 anni addietro), attribuite ai Centri Alcalini Antichi, che hanno sbarrato e deviato a più riprese lo stesso alveo fluviale. 

Ponte Barca ( Paternò) - Il sito sorge a 3 miglia dal centro abitato, nell'omonima contrada, ed è così detto perché vi si trovano le rovine di un antico ponte sul fiume Simeto, sul quale prima dell'edificazione del manufatto vi attraversavano numerosi barconi. Il paesaggio è caratterizzato dalla presenza di numerose anse, isolette fluviali, ampi acquitrini temporanei, vaste aree a bosco ripale e canneti. Zona umida, la presenza di una diga ha determinato la formazione di un invaso che attira numerosi uccelli acquatici. Nel 2009 un decreto emesso dall'assessorato regionale all'Agricoltura ha stabilito che il sito di contrada Ponte Barca è un'oasi di protezione e rifugio della fauna selvatica, quest'ultima formata da 70 specie diverse di uccelli migratori acquatici, e riconosciuto di interesse comunitario. L'importanza dell'oasi paternese é dovuta anche al fatto che è diventata luogo di nidificazione del pollo Sultano, che è tornato a riprodursi negli anni settanta, grazie a un progetto realizzato nell’oasi del Simeto in collaborazione con la LIPUtra il 2000 e il 2003. 

Ultimo tratto del Fiume  Simeto alla foce - La Riserva Naturale Orientata Oasi del Simeto, istituita nel 1984 svolge un duplice compito, quello di sosta e nidificazione dell'avifauna migratoria, e recupero e restauro della vegetazione psammoalofila. La riserva in questione ha un'ampiezza di quasi 2000 ettari, suddivisa in due zone importantissime: A e B.

Escursione: Facile

Durata: Intera giornata

Abbigliamento: in base alla stagione

Appuntamento: ore 9 a Bronte

Escursione: ore 9,30

Pranzo a sacco: presso l'area attrezzata di Torre Allegra (Oasi del Simeto)

Escursione: ultimo tratto del Fiume Simeto: ore 15,00

Conclusione: ore 16,30

 

 


 

Scarica qui la brochure con le escursioni e i laboratori disponibili all'interno della Riserva Naturale Orientata

 


Oasi del Simeto - Riserva Naturale Orientata

Centro Polifunzionale Torre Allegra

  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.     
 +39 349 770 2377   
 +39 349 054 8865   
 +39 349 006 6309   
 
 
 

Lascia qui i tuoi dati per essere ricontattato

Powered by ChronoForms - ChronoEngine.com